• Sab. Ott 16th, 2021

    I trattamenti dei tessuti

    Diadmin

    Mag 4, 2021

    La produzione di tessuti ai nostri giorni è variegata e attentamente studiata per qualsiasi utilizzo. I tessuti sono alla base della moda e vengono ricavati dai filati che derivano dalla trasformazione delle fibre tessili, ovvero delle particolari strutture allungate e filamentose.

    Il lino, la lana, il cotone, la seta sono state le prime fibre tessili naturali, cioè derivate da piante o animali ad essere filate e poi tessute. Soltanto verso la fine dell’800 nacque la prima fibra artificiale, il rayon mentre sono passati ulteriori 70 anni dalla comparsa della prima fibra sintetica, creata da elementi chimici il nylon.

    Le operazioni di filatura e tessitura. Le caratteristiche di ciascun tessuto come la resistenza all’usura, la morbidezza, la termicità, ovvero la proprietà di trasmettere un senso di caldo variano a seconda delle fibre tessili che lo costituiscono.

    La traformazione delle fibre tessili in tessuti avviene tramite due processi, chiamati filatura e tessitura. Le operazioni di filatura permettono il passaggio da una massa disordinata di fibre ad un filato cioè un filo lungo e continuo dotato di flessibilità. Successivamente i filati vengono tessuti tramite il telaio, una macchina che permette di intrecciare i fili di ordito che formano il tessuto nel senso della lunghezza e i fili di trama che formano il tessuto nel senso della larghezza.

    L’industria tessile rappresenta uno dei pilastri dell’economia globale e crea tantissimi prodotti ricercando innovazione e tecnologia. I trattamenti innovativi La moda è in continua evoluzione e si cerca sempre di stare al passo con i tempi anche proponendo tessuti particolari che possano piacere a qualunque target.
    Veramente ci si può sbizzarrire con qualunque tipo di tessuto si voglia indossare. Infatti, i tessuti si possono modificare secondo l’utilizzo e le proprie esigenze grazie a determinate resine che attuano diversi tipi di generi, dagli adesivi agli impermeabilizzati e con specifici macchinari.

    Uno di questi trattamenti è chiamato resinatura termoadesiva e si occupa di applicare una resina con tecnologia spray o con metodo a punti polvere grazie alla quale è possibile creare dei tessuti adesivi su un lato.

    Più dettagliatamente la resina viene posizionata su un reticolo di puntini sul tessuto e grazie al calore la superficie diventa adesiva. Le lavorazioni di questo genere vengono per esempio applicate sulle toppe adesive, sui ricami adesivi e su altri tessuti.
    Oltre a ciò è possibile avere una maggiore aderenza del tessuto con la tecnica della resinatura su due lati mantenendo allo stesso tempo la morbidezza e la flessibilità nonostante lo sfregamento quotidiano. Si possono effettuare questi tipi di lavorazione soprattutto nelle cinture e nelle fodere interne dei vestiti.

    Un’altra tecnica particolarmente innovativa ed utilizzata è l’accoppiatura o doppiatura di tessuti, che avviene grazie a delle macchine particolari in grado di poter unire un tessuto ad un altro ottenendo dei risultati precisi e soddisfacenti.

    Si possono distinguere infatti due tipi di accoppiatura che differiscono in base al tipo di tecnica utilizzata, ovvero la tecnica a secco che è molto resistente all’usura e la tecnica idrosolubile, molto delicata e accurata grazie alla quale il tessuto viene incollato, lavorato e poi separato, senza residui di resina.

    Questa lavorazione avviene non solo sui vestiti, ma anche sulle calzature, sui divani, sui tappetini delle auto e tanti altri prodotti. Per quanto riguarda invece i tessuti non tessuti, ovvero prodotti realizzati artificialmente che vengono uniti al tessuto secondo la tecnica di accoppiatura idrosolubile si ottiene più rigidità consentendo per esempio di ricamare un tessuto e successivamente al lavaggio effettuato di separarsi così da poterlo vendere.
    Grazie all’interesse per l’ambiente, nel corso del tempo si è ritenuto essenziale e opportuno utilizzare nelle lavorazioni dei tessuti materiali che lo rispettino e che non siano inquinanti.

    Ormai, infatti, in più settori da quello tessile a quello delle calzature sono richieste queste particolari lavorazioni che rendono i tessuti innovativi e moderni ricercando la qualità e la professionalità affinchè ci sia la cura nei dettagli e la soddisfazione personale.